You are currently viewing Materie prime: l’incremento di cui non eri a conoscenza

In un recente articolo abbiamo raccontato una delle innumerevoli conseguenze della pandemia 2020, ovvero la crisi dei semiconduttori. 

In questo articolo vorremmo focalizzarci su un’ulteriore questione che ci colpisce direttamente. Sto parlando dell’aumento dei prezzi delle materie prime impiegate nella filiera della stampa. 

Come per i semiconduttori tutto è iniziato durante la pandemia, in particolare verso la fine del 2020. In quel periodo infatti il mercato delle materie prime utilizzate per la produzione di stampanti risentiva dell’aumento della relativa domanda proveniente dalla Cina, che stava uscendo dalla situazione di crisi che colpiva ancora il resto del mondo. All’incremento della domanda dovevano far fronte delle scorte di magazzino molto limitate, a causa delle produzioni contenute affrontate durante il periodo più duro della pandemia.

Tutte queste problematiche sicuramente hanno influito negativamente sulle prospettive future dei prezzi delle materie prime per il 2021 ed infatti nei primi tre mesi dell’anno corrente sono stati registrati forti aumenti dei prodotti finali nel settore della stampa. Il prezzo che veniva proposto al cliente risentiva indubbiamente degli aumenti dei singoli elementi impiegati per la produzione e quindi delle materie prime. 

A questo punto è utile riportare qualche esempio per rendere più chiaro il fenomeno che il settore della stampa ha dovuto affrontare. 

Aumenti dei prezzi delle materie prime

Come primo esempio riportiamo quello dell’alluminio, il cui prezzo è aumentato del 63% in un anno e ricordiamo che questo materiale è impiegato nelle lastre di stampa, determinando un incremento del valore del prodotto finale. 

Allo stesso tempo sono stati registrati degli incrementi di prezzo anche per quanto riguarda la produzione dell’inchiostro, con un aumento dell’8%, a causa dell’impennata del costo di un suo componente essenziale, ovvero il glicole. 

Inoltre, a giugno veniva registrato, da parte di tutte le cartiere del mondo, un aumento del 10% della carta da stampa a foglio e a bobina. 

L’aumento dei prezzi delle materie prime è andato ad aggiungersi alle difficoltà che il settore della stampa ha dovuto affrontare sia durante la pandemia che subito dopo. Dopo aver subito una forte riduzione della domanda a seconda dei vari settori di appartenenza, i produttori e i rivenditori si sono ritrovati a fronteggiare quest’ulteriore ostacolo che li ha messi duramente alla prova. 

Ti dirò di più!

Per far fronte a questa problematica, molte case produttrici e rivenditori hanno deciso di trasferire l’aumento dei prezzi delle materie prime sul prezzo finale delle macchine, proponendo ai propri clienti delle stampanti a cifre più alte della media. 

La proposta di Ecotec

Anche in questo scenario Ecotec si è dimostrata estremamente resiliente e riesce a far fronte a questa difficoltà con tutte le energie e le forze che la contraddistinguono. Abbiamo intrapreso il 2021 con una grande voglia di ricominciare e fin da subito l’idea di presentarci ai nostri clienti con un aumento dei prezzi delle macchine ci sembrava il peggior modo per ripartire! 

Per conoscere la nostra offerta e, perchè no, la nostra storia che portiamo avanti da più di 25 anni, non esitare a contattarci! 🙂

Lascia un commento